Eugenetica portoncina

Caro amico Alto, che culo che hai che sei alto! Ché vedi bene i concerti, sei bellissimo e intelligente e ricoperto di lamina d’oro, come Apollo, o la bomboniera del matrimonio della zia Rosanna di Codroipo col barboncino nano che tiene le fedi. Questione di punti di vista.
Il problema è che Gesù non ti ama, e Milano un po’ meno: ti dà l’eugenetica portoncina.

I bei stabili coi bei portoni e i bei portoncini, presente? Immaginateli. Ve lo dico io, che sono tutti rigorosamente sotto il metro e settanta. Sono fatti apposta per te, Alto, per il sano esercizio fisico quotidiano dell’aggobbirsi e del degobbirsi e per distribuire il tuo Dorato sangue e la tua Dorata materia grigia nel mondo. A craniate.
Gli architetti te li fan così per motivarti, insomma, i portoncini per nani sono un po’ come Wii Fit: vecchi, polverosi e rompicoglioni. O puoi dire che ti motivano, to’. Stai all’occhio, Alto, bada alla forma fisica! Schiva! Corri! Muoviti! Pensa. Non estinguerti a forza di testate.

E cerca di essere convincente, quando chiedi il ghiaccio al baretto all’angolo.

1 Commento

Archiviato in Danni fisici

Una risposta a “Eugenetica portoncina

  1. Pingback: Il citofono no | Enjoy fastidio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...