Lungo i bordi

N.B.: Questo è un fastidio polemico-invettivo, la giusta risposta a quel rompicoglioni di Zave sull’arte di mangiare la pizza. Inizia qui un dibattito lungo ed inutile, destinato a concludersi con il lancio delle scarpe in segno di disprezzo e reciproci tentativi di avvelenamento.

“Parla come mangi!”, ammonisce la saggezza popolare. “Non si parla mentre si mangia!”, insegna la maestra all’asilo (se fate parte di quello sfortunato manipolo di persone che ha dovuto presenziare all’asilo prima di venire rinchiuso in una scuola). C’è anche la variante del nonno “Zitto e mangia!”. Ma “fatti i cazzi tuoi, io mangio come mangio”, quello non lo insegna nessuno. Ed è un vero peccato.
Esiste qualcosa di più fastidioso del sentirsi rimproverare per ciò che facciamo col nostro cibo dentro il nostro piatto? Sicuramente sì, ma oggi si parla di questo, perciò accontentatevi. Non è facile, ve lo garantisco,  assecondare le proprie compulsioni in campo alimentare ed attuare tutti quei riti, quei gesti abitudinari da folle scriteriata che la società benpensante non accetterà mai. Ad esempio, escludere i bordi della pizza di default, tagliarli via ed abbandonarli al proprio destino.

“NOOOO MA COSA FAI? NON MANGI I BORDI? VERGOGNA!”

Intanto è bene chiarire che con la mia pizza, comprata con i miei soldi, faccio il cazzo che mi pare e piace. Ad esempio, se volessi arrotolarla e mettermela in borsa, sarebbe mio diritto. Potrei sedermici sopra, ripiegarla più volte a mo’ di origami, darle fuoco e sacrificarla ad un’entità demoniaca a caso, potrei (come in effetti faccio) ingerire gli ingredienti suddividendoli prima per categoria, magari seguendo l’ordine alfabetico, oppure potrei semplicemente non mangiare il bordo senza comunque dover dare spiegazioni. Ad esempio.

Detto questo, il rimprovero su ciò che faccio del bordo della pizza è fastidioso, più o meno come la voce di Anna Moroni, sebbene le osservazioni sugli sprechi pizzaioli non raggiungeranno MAI il picco di viva irritazione provocato da frasi come “Ma non eri a dieta?” oppure “Uuuh, questi grassi vanno a finire tutti sul culo!” (detto da una persona il cui peso complessivo raggiunge a stento quello di una tua coscia, nda )  e sopratutto “Mannò, il cibo del fast food fa schifo, andiamo in questo locale dall’atmosfera easy stracolmo di gente che non fa altro che sgomitare per guadagnarsi il proprio diritto alla sopravvivenza e compriamo una bella insalatina da 15€ composta da mezza foglia marcescente di lattuga ed un pezzo di pomodoro coltivato a Chernobyl!”.

16 commenti

Archiviato in Donna follia, Malessere

16 risposte a “Lungo i bordi

  1. nikazzi

    Va bene, la pizza l’hai comprata tu e ci fai quello che vuoi.
    Ma è irrispettoso buttare via il cibo, nonché fastidioso.
    :P

    • cagliostra

      No fidati, è più fastidioso quando qualcuno ti guarda mentre mangi. Sul “buttare via il cibo”, pffffff.

      • nikazzi

        Che qualcuno mi guardi mentre mangio, non mi fa né caldo né freddo.
        Però buttare via della roba che puoi benissimo mangiare il giorno dopo sì. È uno spreco, oltre che fastidioso.

  2. luciferasi

    E quando non la compri tu ma ti viene offerta?

  3. pescesolubile

    Tecnicamente il bordo della pizza non va mangiato subito. Va scartato e, se quando hai finito di mangiarla hai ancora fame, mangi anche il bordo. Almeno, così mi dicono si usi a Napoli, quindi docet.
    Chiaramente io, da moralista odioso quale sono, provo un fastidio infinito per chi avanza il cibo. Di solito evito di dirlo, ma non ci posso fare neinte, mi sta sul cazzo. E non racconterò (non è vero, lo sto facendo), di quando mio nonno, classe 1913, raccoglieva a fine pasto le briciole di pane sul coltello, le mangiava e diceva che erano il miglior boccone che si potesse mangiare… vabbé, fine amarcord.

    • cagliostra

      Come ho già detto sopra riguardo al cuore che s’intristisce per il cibo sprecato dal consumatore occidentale medio: pfffffff! E sottolineo: pffffff! E comunque il nonno mio, classe 1918 se non erro, mi diceva sempre di mangiare perché i bambini africani morivano di fame, ed io rispondevo che sarebbero morti di fame lo stesso. Nonno mio morì d’infarto.

  4. pescesolubile

    Be’, ma non si tratta mica del cuore che si intristisce. E’ come la regola negli all you can eat di sushi dove puoi ordinare tutto quello che vuoi ma se avanzi qualcosa lo paghi salatissimo. E sulla storia dei bambini che muoiono di fame, concordo con te, morirebbero di fame lo stesso. Infatti dire “mangia perché altrove muoiono di fame” è completamente sbagliato. Trovo molto più corretto dire: “se non mangi non c’è problema, domani digiuno”. E va pure di lusso, anche un giorno di digiuno non ha mai ucciso nessuno. pffff!

    • cagliostra

      Ma questi precetti da genitore severo vanno un po’ al di là del fastidio fine a sé stesso, Il Fastidio è qualcosa che gli altri arrecano nei tuoi confronti senza che tu possa evitarlo. Ora, se a te da fastidio che uno lasci il proprio cibo (per chissà quale ragione), sono più problemi tuoi. Pffffff!

      • pescesolubile

        …finché non ti tiro un pugno, però. Perché il fastidio è proprio quello: “un problema tuo” il cui responsabile se ne fotte. E più se ne fotte, più cagiona fastidio. Poi, mentre ti sanguina il naso e chiedi a gran voce un fazzoletto, io dirò pfffff!

      • cagliostra

        Bisogna vedere se fai in tempo a tirarmi un pugno prima che io ti abbia cavato gli occhi come conseguenza del fastidio arrecato dal tuo guardare nel mio piatto.

        PS: anziché imbastire una polemica dalla quale uscirai senz’altro sconfitto, perché non metti a frutto questa tua vis polemica con un bel post?

        PPS: PFFFFFFFF!

  5. nikazzi

    Mi fate morire! XD

  6. nikazzi

    Ma figurati, è e sarà un dibattito senza fine! XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...